Home
Elezione
Video
Motiva i tuoi clienti
Impara dai tuoi clienti
I vincitori
Notizie
Contatti
Calendario
Tieniti informato
Partner

Notizie

Chi sarà l'Insegna dell'Anno?

Chi vincerà quest’anno?

Lo sapremo nella premiazione del 8 novembre 2017 a Milano.

I vincitori di "Insegna dell'Anno Italia" e "Negozio Web Italia" 2016-2017

Molte le “new entries” sia fra i selezionati sia fra i vincitori. Lidl e Amazon si riconfermano “Premi Assoluti” (il primo per “Insegna dell’Anno Italia” il secondo per “Negozio Web Italia”). Il premio Cross-Canalità di quest’anno assegnato a Bottega Verde.

Sono stati consegnati oggi, nel corso della consueta serata, i premi alle insegne del mondo della distribuzione che si sono classificate prime nelle rispettive categorie. Molte le riconferme ma si sono registrate anche alcune novità assolute come ad esempio Lillapois che si è aggiudicata il premio per la sezione “Drugstore” o “100 Montaditos” che ha vinto nella sezione “Ristorazione Veloce”.

I “Premi Assoluti” (cioè le insegne che hanno ottenuto i miglior punteggio finale tra le vincitrici delle varie categorie) vanno nuovamente a Lidl (per “Insegna dell’Anno Italia”) e ad Amazon (per “Negozio Web Italia”). Il premio “Cross Canalità” (istituito l’anno scorso e che riconosce la miglior interazione fra negozio fisico ed e-commerce) è stato conferito quest’anno a Bottega Verde.

I premi sono assegnati, come di consueto, sulla base delle valutazioni espresse dai consumatori che, per questa edizione, si sono rivelati particolarmente volenterosi: sono state infatti ben 243.966 le valutazioni ritenute valide contro le 179.900 dell’anno precedente, quindi con una crescita di circa il 35%. Nel corso dei cinque mesi in cui era possibile esprimere le proprie preferenze sono state oltre 400 le insegne valutate, 85 delle quali sono diventate finaliste –per il Premio Insegna dell’Anno Italia- suddivise in 27 categorie merceologiche mentre 53 sono state quelle in corsa (suddivise in 18 categorie merceologiche) per il “Premio Negozio Web Italia”.

“Le dimensioni di questo premio” afferma Beatrice Orlandini, titolare di Seic-Studio Orlandini che organizza l’edizione italiana dell’iniziativa “potrebbero portare a pensare che solo grandi catene possono competere. E invece vogliamo ricordare che la chiave di lettura sta proprio nel grado di soddisfazione del cliente. I dati ci raccontano che molto spesso piccole realtà riescono a farsi apprezzare di più dai propri clienti rispetto a grandi gruppi.”

“Il rapporto di fiducia è il vero banco di prova per ogni realtà commerciale” prosegue Beatrice Orlandini “a maggior ragione per il mondo della GDO dove il cliente può essere portato a sentirsi “solo” un utente. Le insegne che riescono ad interagire con la propria clientela creano valore aggiunto alla propria offerta e hanno a disposizione un’arma vincente. In questo processo i nostri premi sono uno strumento davvero insostituibile.”

Il mondo del retail è un universo in costante evoluzione e Insegna dell’Anno, con i suoi premi e le sue ricerche, si conferma essere l’osservatorio privilegiato per questo settore.

Insegna dell’Anno è un premio internazionale nato nel 2003 sotto il nome di Beste Winkelketen nei Paesi Bassi e successivamente affermatosi come Retailer of the Year in Belgio, Germania, Francia, Spagna, Svizzera, Austria e Lussemburgo e, da quest’anno, anche in Russia.

In Italia è presente da 9 anni ma da 3 con il nome di “Insegna dell’Anno Italia” (www.insegnadellanno.it).

Insegna dell’Anno Italia è un'iniziativa sviluppata da Q&A Research & Consultancy, organizzata da SEIC – Studio Orlandini con il supporto di Largo Consumo come main media-partner e co-organizzatore della serata di premiazione.

Milano, 9 novembre 2016